Si fara’ l’acquario green: firmata la delibera Cipe

125

L’acquario green a Taranto si farà. Ieri sera è stata firmata, dal Presidente del Consiglio, la delibera n.80 del 15 dicembre 2020 che riguarda l’acquario. I passi successivi saranno l’invio alla Corte dei Conti e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. “Le risorse, circa 50 milioni di euro assegnate già nell’ultima seduta del Cipe, sono suddivise in: 1,5 milioni resi disponibili dalla struttura di missione Investitalia per la progettazione preliminare e definitiva che è stata già avviata; 48,5 milioni a valere su risorse FSC 2014-2020 da destinare a progettazione esecutiva, realizzazione della struttura e copertura degli oneri connessi”. Questo il commento del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, con delega alla programmazione economica e agli investimenti, Mario Turco. “Il progetto dell’Acquario Green di Taranto – spiega – prevede la creazione di un Osservatorio sul Mar Piccolo, per la tutela della biodiversità, la ricerca scientifica; l’implementazione e la valorizzazione della produzione della mitilicoltura locale; la creazione di spazi adibiti al salvataggio, recupero, e riabilitazione di specie marine protette e ad attività di cetaceo terapia per persone con disabilità e autistiche”. L’Acquario green mira a essere un attrattore turistico-culturale, attraverso l’istituzione centro digitale-didattico. “Nella delibera sono indicati anche i tempi di attuazione: entro la fine del 2021 – conclude Turco- il completamento della progettazione definitiva, l’affidamento della realizzazione entro il terzo trimestre 2022 e la conclusione dei lavori entro il 2025. Il soggetto attuatore sarà l’Autorità portuale di Taranto”.