Arrivano a Taranto le “Panchine Letterarie”

32

L’assessorato alla Cultura del Comune di Taranto, nell’ambito delle iniziative messe in campo per la rinascita e promozione artistica e culturale della città, installerà nei luoghi più suggestivi di Taranto le prime otto “Panchine letterarie”, grazie al progetto del collettivo “La Factory – handmade in Italy” promosso dall’associazione di promozione sociale “Il Gazebo Esagonale”.

Otto panchine d’autore, una diversa dall’altra, da collocare in diversi luoghi cittadini con lo scopo di promuovere e divulgare la lettura fra giovani e adulti. Non si tratterà, infatti, di semplici panchine a forma di libro aperto, perché nelle panchine di Taranto ci saranno sia il libro che il mare. E questi due elementi si sorreggeranno a vicenda e si uniranno creando un luogo d’incontro tra chi sceglierà di sdraiarsi sulle pagine di un libro che ricordano pensieri dedicati alla nostra terra e chi, invece, preferirà farsi cullare da un’onda, viaggiare su di essa, facendosi sorprendere dalla destinazione con il suo libro in mano.

Ma le panchine letterarie di Taranto saranno anche vere e proprie istallazioni artistiche, grazie all’intervento di eccellenze del territorio ionico. Oltre a svolgere la funzione per la quale sono progettate, le panchine offriranno al visitatore un vero e proprio viaggio nella letteratura locale e nazionale con l’obiettivo di far conoscere gli scrittori e i loro luoghi di ispirazione. Nello specifico, su di esse saranno impresse opere di autori del Novecento che sentiamo particolarmente vicini poiché originari di Taranto o che, durante il loro passaggio nella nostra città, sono rimasti affascinati dalle sue bellezze. Ciò, come si diceva, grazie alla creatività di giovani artisti e illustratori tarantini che, nonostante abbiano conquistato un importante ruolo nel panorama artistico nazionale, hanno mantenuto vivo l’amore per la loro città di origine. Tra questi, Gabriele Benefico, Carlo Casamassima, Nicola Sammarco, Gianfranco Vitti e Nunzia Marzella. Le opere a cui le prime panchine saranno ispirate sono: “La leggenda del fiume Tara” di Alessandro Leogrande, “Poesie scelte, 1970-2009” di Ettore Toscano, “Le date del mare non finiscono” di Salvatore De Rosa, “La lunga strada di sabbia” di Pier Paolo Pasolini, “Le donne del sud” di Alda Merini. Ad ogni panchina sarà affiancata una palina informativa turistica, esplicativa della fonte letteraria che l’avrà ispirata.