L’Unitalsi in Cittadella nel nome di Maria

262

Sono arrivati in piccoli gruppi, malati, volontari, Scout Foulards bianchi e si sono aggiunti ai malati della RSA Ulivo e al personale della Fondazione. A mezzogiorno erano già tutti intorno alla Madonnina per la supplica, guidata dall’assistente spirituale dell’Unitalsi mons. Giovanni Chiloiro. E’ stato un momento intenso di preghiera, tutti abbracciati dallo sguardo di Maria.
All’interno dell’Ulivo il pranzo e la festa, dove è stato possibile far sedere e servire oltre duecento persone, dove i volontari di Mister Sorriso hanno saputo creare momenti divertenti, e dove tutto, perfino la torta è stato curato nei minimi particolari.

Poi è calata la sera. Come a Lourdes, come in tanti posti nel mondo dove si celebra la festa della Vergine Santa in questa giornata, si sono accese le candele, si sono mosse le carrozzelle, e si è snodata una lunga processione.
A seguire la S.Messa presieduta dal Vicario generale dell’arcidiocesi di Taranto mons. Alessandro Greco e concelebrata dai Sacerdoti delle Parrocchie del Q.re Paolo VI, dall’assistente spirituale dell’Unitalsi mons. Giovanni Chiloiro e dal Cappellano della Cittadella della Carità don Domenico Liuzzi . Benedetto l’ingresso dei nuovi volontari dell’Unitalsi

“Si tratta di un momento di particolare importanza – afferma il presidente della Fondazione Cittadella della Carità avv. Salvatore Sibilla – che tutta la Cittadella vive con gioia, per quell’attenzione nei confronti del malato che caratterizza la nostra attività diuturna. Ringraziamo il presidente dell’Unitalsi Gianfranco De Giorgio e tutti i suoi soci per aver voluto condividere questa giornata così speciale con i pazienti dell’Arca e gli ospiti dell’Ulivo, i dipendenti, i volontari e tutto il personale della Cittadella, che vivranno questi momenti con l’ampia delegazione dei malati seguiti dalla sezione tarantina con amorevole cura”.