A Taranto la prima edizione di inventagiovani

103

In Basilicata ci sono riusciti. In dieci anni hanno sostenuto nuove imprese ed attività già avviate, che necessitavano di ulteriore crescita. Dall’enogastronomia, all’edilizia, dal sociale, al design. Shell stavolta ci prova a Taranto, seconda realtà in Italia di un progetto più ampio, Shell LiveWire, che coinvolge 15 Paesi nel mondo. Partirà a marzo la prima edizione di Shell InventaGiovani, una misura di investimento sociale che rientra in quelle compensative e di riequilibrio ambientale sottoscritte nel protocollo d’intesa per l’area di Taranto, firmato ad aprile 2018 con il Comune. Shell è infatti partner della Joint Venture “Tempa Rossa” (Total 50%, Shell 25%, Mitsui 25%). La società, con questo progetto, rivolto a giovani dai 18 anni in su, residenti a Taranto o nella provincia ionica, si candida al ruolo di raccordo, tra promotori di idee imprenditoriali da una parte ed enti, istituzioni, fondazioni bancarie, disposte a finanziarle, dall’altra. Agli aspiranti imprenditori o a chi da poco ha avviato un’attività, da marzo verranno offerti sette workshop gratuiti per imparare a redigere un business plan, un pitch o capire le regole di una corretta gestione d’impresa. L’obiettivo è garantire agli imprenditori in erba l’accesso alle competenze necessarie per redigere il piano aziendale, insegnare loro ad intercettare fondi, bandi, finanziamenti e portarli a costruire una rete, per creare una comunità di imprese innovative sul territorio. Perché i giovani decidano di restare a Sud, piuttosto che partire. Oltre alle giornate di lavoro intensivo è previsto 1 mese di attività con un business coach, un mentore. I giovani incontreranno in una giornata dedicata potenziali investitori, faccia a faccia, per presentare la loro idee e la migliore verrà premiata. Il progetto vede collaborare insieme Università degli studi di Bari Aldo Moro, la locale Confindustria e l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio – Porto di Taranto. «In Basilicata, dove come sapete Shell è presente in entrambe le Joint Ventures “Val d’Agri” e Tempa Rossa” – ha spiegato Marco Brun, presidente ed Ad di Shell Italia – negli ultimi 10 anni abbiamo sostenuto la nascita di 16 start up nei settori più disparati: dall’agricoltura biologica alla cosmetica, dal wedding planning al sociale, dagli spin off in ambito geologico all’e-commerce e altre 15 imprese, già costituite, ci hanno scelto per potenziare il loro business. Il mio augurio è quello che anche tanti giovani tarantini possano realizzare il proprio progetto imprenditoriale in quella che resta, pur con tutti i problemi che conosciamo, una realtà dalle enormi potenzialità».

Per info e per partecipare, si può compilare il form su  www.inventagiovani.it o scrivere una email a ivan.baggi@shell.com

Qui sotto la puntata di Rosso di Sera interamente dedicata alla prima edizione di Shell InventaGiovani