Barbara Eramo: Sinestesia degli “Emisferi”

156

Chiamiamola sintesi sensoriale: la sinestesia nasce nel momento in cui i sensi vanno in cortocircuito. Un black out molto piacevole per la nostra mente in cui “guardiamo con le orecchie” e “ascoltiamo con gli occhi”. Il cortometraggio di Emisferi, il nuovo singolo di Barbara Eramo, gioca con la stessa destrezza del funambolo con le percezioni della mente. Nulla è più astratto della musica, eppure ognuno vive un proprio film sensoriale quando è avvolto dalle note. Questa sfida in motion graphics alla base del nuovo brano dell’artista, ha il potere di ipnotizzare le nostre menti verso una visione comune. L’ambizione è proprio qui: descrivere immagini che sembrano generate al momento dai versi e dalle note di “Emisferi”. Un flusso di pensiero che sembra germogliare dalle note; oppure sono le immagini a suggerire i versi della canzone? La piacevole ambiguità di questo viaggio siderale, un cosmo da cui nascono cerchi concentrici, sezioni auree, i dualismi del maschile e del femminile, dimostrano come anche nel linguaggio audiovisivo Barbara Eramo sappia essere lontana anni luce dalla rid ondanza della comunicazione odierna. Lasciarsi cullare da questo viaggio spazio-tempo, è come rigenerarsi dal lessico autoreferenziale ed effimero dei social, che oggi sembrano dettare i tempi di ogni espressione musicale e filmica del nuovo millennio. Il video non vuole stupire o innovare, bensì creare una connessione indissolubile con la musica. Come se le immagini non potessero muoversi senza la musica e viceversa, come se fossero state concepite dalla stessa mente e nello stesso istante. Una concezione divinistica e sinestetica dell’arte in quanto tale.

Cantante ed autrice di origine tarantina. Le molteplici esperienze artistiche con le musiche del mondo , le collaborazioni col cinema ed il teatro, rendono il suo stile ricco di sfumature e contaminazioni e dunque di difficile catalogazione stilistica. Spicca l’amore per la ricerca attraverso un linguaggio personale ed una vocalità duttile ed evocativa che si muove tra richiami a melismi mediorientali ed effetti contemporanei. L’esordio discografico è col duo Eramo & Passavanti, premio della critica giovani a Sanremo 1998 ed il premio miglior performance assegnato da Michael Nyman. E’ stata cantante solista nei concerti sinfonici del maestro Nicola Piovani ed ha cantato in diverse colonne sonore con: Luis Bacalov , Pivio & Aldo De Scalzi , Alexandre Desplat ( Il Racconto dei Racconti di Matteo Garrone) , Paolo Bonvino ecc. E’ stata Sephora nel musical I dieci Comandamenti prodotto dai fratelli De Angelis. Ha inciso il disco Oriental Night Fever col grande produttore Hector Zazou e Stefano Saletti. Canta con la Banda Ikona partecipando anche a numerosi spettacoli teatrali con Giorgio Albertazzi, Michele Placido, Massimo Popolizio, Umberto Orsini, Pamela Villoresi. Ha inciso con: Mike Mainieri degli Steps Ahead , Nico Morelli, Rocco De Rosa, si esibisce col progetto Incantautrici con Diana Tejera e Nathalie. Dischi solisti: “In Trasparenza” nel 2008 ed “Emily” 2014, composto sulle poesie di Emily Dickinson. Sta lavorando al terzo disco.