Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

28

Strupri e violenze domestiche che possono arrivare fino all’omicidio e che nel 82% dei casi (dati Report Polizia 2019 “Questo non è amore”) hanno come carnefici compagni, mariti, padri, persone vicine alle vittime. Uomini con le chiavi di casa, insomma. Istituita nel 1999 dalle Nazioni Unite, la giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne è ormai un appuntamento fisso per puntare i riflettori su una realtà durissima ed attuale. La data scelta, il 25 novembre, è in ricordo dell’uccisione delle tre sorelle Patria Mercedes, María Argentina Minerva e Antonia María Teresa Mirabal, assassinate nella Repubblica Dominicana il 25 novembre 1960 per la loro resistenza alla dittatura di Rafael Leónidas Trujillo. La giornata vuole sensibilizzare sul tema della violenza di genere e promuovere una nuova educazione all’affettività, in cui  possesso e controllo possano cedere il posto a rapporti di  reciprocità e rispetto tra i sessi.

Taranto ricorda tutte le vittime, simbolicamente, intitolando piazza Catanzaro (nei pressi di via Fiume) alla tarantina Federica De Luca ed al piccolo Andrea, il figlio di 4 anni. Panchine rosse nella piazzetta, per non dimenticare l’efferato duplice omicidio del 2016. 

Ospiti della trasmissione “Rosso di Sera”, il 25 novembre completamente dedicata alla Giornata contro la violenza sulle donne, sono l’attrice Daniela Delle Grottaglie, che legge la testimonianza anonima di una donna che ha chiesto aiuto al Centro Antiviolenza di Martina Franca e Cristina Pulpo, psicologa e collaboratrice del CAV “Rompiamo il silenzio”. 

Puoi ascoltare l’intera puntata del 25 novembre di Rosso di Sera, a questo link